Odontoiatria

Sedazione cosciente

A prima vista il termine sedazione cosciente può sembrare un gioco di parole, un ossimoro per dirla tutta, come certi strani ordini ammalati di amore ed apprensione urlati dalle madri ai loro piccoli (“corri piano” è il mio preferito). Indurre nel paziente uno stato di incoscienza sedativa ottenendo allo stesso tempo una dolce veglia sembra quasi una magia oppiacea. Ma le moderne tecniche anestetiche, unite all’utilizzo di materiali naturali ed innocui per l’organismo, hanno reso possibile la sperimentazione e il successivo sviluppo di questa particolare tecnica narcotica.

L’applicazione è davvero molto semplice, e si può effettuare attraverso la somministrazione di farmaci ipnotici, nonostante il metodo più sicuro ed utilizzato sia quello dell’inalazione. Si tratta di inalare una miscela di ossigeno ed azoto (dosati da un sofisticato macchinario), e poi abbandonarsi all’invitante senso di relax che sopraggiunge non appena finito con l’aerosol.

Dopodiché il medico potrà operare in tutta tranquillità, senza paura di recare dolore al paziente .

(estratto dal sito sedazionecosciente.it)