Cardiologia

ECG di base

ECG da sforzo

Holter ECG

Holter Pressorio

ECO-Color-Doppler

  • Cardiaco
  • Carotidi
  • Arti inferiori
  • Arti superiori
  • Aorta addominale
 

Eco Doppler


E' una tecnica che sfrutta l'effetto Doppler caratteristico dei fluidi in movimento e permette quindi di rappresentare graficamente il passaggio di sangue nei vasi (flussimetria Doppler) o addirittura di visualizzare il movimento del sangue per dimostrare la direzione del flusso (eco-color-Doppler) attraverso l'applicazione degli ultrasuoni.

Come funziona

L'uso dell'effetto Doppler nell'utilizzo degli ultrasuoni serve per misurare la velocità del flusso ematico. In medicina si utilizza una sonda emittente-ricevente di ultrasuoni. Questa, applicata alla pelle con l'interposizione di un gel che assicura la trasmissione acustica degli ultrasuoni, viene diretta verso il contenuto mobile dei vasi sanguigni. Nel circolo sanguigno i corpi in movimento sono rappresentati dai globuli rossi, ed è grazie a questi che è possibile studiare la direzione, la velocità e l'entità del flusso ematico. La riflessione degli ultrasuoni avviene verso la sonda ricevente secondo una frequenza proporzionale alla velocità del sangue ed all'angolo d'incidenza del fascio di ultrasuoni sul vaso. Il segnale riflesso viene captato da un cristallo ricevente, e dopo essere stato analizzato ed elaborato da un demodulatore, permette di valutare sia la velocità che la direzione del flusso del sangue.

L'eco-Doppler aggiunge all'ascolto anche la visione che, sfruttando il principio dell'ecografia, è capace di esaminare la forma, le componenti delle vene e le loro eventuali alterazioni ed osservare, inoltre, il comportamento del flusso sanguigno.

Eco-color-Doppler

La metodica "color" rappresenta l'espressione tecnicamente più avanzata della diagnostica ultrasonora e permette di individuare in tempo reale i vasi e la loro patologia, perché aggiunge anche il colore al segnale del flusso. La simultanea presenza in tempo reale dell'immagine anatomica e di quella funzionale, permette all'operatore di individuare facilmente le regioni di flusso anomalo, indicate da suggestive variazioni di colore. Tale metodica può svelare non soltanto la presenza o l'assenza del reflusso in particolari sedi anatomiche (circolo venoso profondo, ostio safeno femorale, ostio safeno popliteo) ma può misurarne anche l'entità.

A cosa serve

L'esame Doppler permette di individuare la presenza di restringimenti o di occlusioni a carico dei vasi arteriosi periferici, di diagnosticare trombosi venose profonde o varici con studio dei reflussi. Con l'eco-doppler è possibile individuare con precisione in un'arteria l'importanza, l'estensione e le dimensioni di un'eventuale placca, cioè un accumulo di grasso e calcio che può provocare un restringimento; a livello del sistema venoso si può sapere con precisione quali vene siano mal funzionanti e debbano, in alcuni casi, essere asportate mediante intervento chirurgico. Nel caso delle ulcere venose l'eco-Doppler permette di identificare quali siano i modelli emodinamici responsabili della loro formazione.

Come prepararsi all’esame

L'esame è innocuo, non invasivo e non necessita di alcuna preparazione particolare.